Il progetto ABILITA2 (Sviluppo di un Applicativo per terminali moBILI dedicato a popolazioni ad alTA complessità assistenziale) è sviluppato da Informapro s.r.l. in partnership con Logica Informatica s.r.l. e Mediamed Interactive s.r.l., PMI del settore ICT di Roma, e in collaborazione con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Azienda Sanitaria Locale di Rieti, Alzheimer Uniti Roma ONLUS, Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici (ANGSA) Lazio Onlus, Associazione  italiana sulla nutrizione Artificiale Domiciliare “Un filo per la Vita”, Associazione Prader Willi Lazio. Nel corso dell’attuazione del progetto ha aderito anche l’Associazione Italiana delezione cromosoma 22 Onlus.

Il progetto è cofinanziato dall’Avviso Pubblico “Life 2020” –POR FESR LAZIO 2014-2020, con un investimento totale di € 853.488 e un contributo ammesso di € 560.430.

Il progetto nasce dalla precedente esperienza di ABILITA, dedicato a bambini affetti da disabilità e da patologie rare. Grazie ad ABILITA è stata sperimentata un’assistenza integrata, che ha coinvolto le famiglie, i medici e tutti i servizi sanitari in una rete sempre attiva via internet. La sperimentazione ha visto la partecipazione dell’associazione ARCOIRIS ed è terminata con successo nel 2015.

Partendo dai risultati ottenuti in precedenza, abilita si propone come un applicativo per terminali mobili dedicato a popolazioni di pazienti ad alta complessità assistenziale con patologie croniche ed ai loro caregiver.

Non solo bambini, ma anche adulti e anziani, con un allargamento del target di utenza, un ampliamento significativo del database e delle funzionalità del sistema che utilizza nuove interfacce utente che semplificano il caricamento e l’estrazione delle informazioni.

Ma soprattutto un applicativo che mette al centro il paziente e la sua rete di supporto, rendendolo attore protagonista nella gestione quotidiana del suo quadro clinico.

La piattaforma web, basata su un’interfaccia responsive fruibile sia da computer che da dispositivo mobile, permette a figure diverse di consultare e aggiornare le informazioni sanitarie in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. abilita assicura al personale «non tecnico» completa autonomia nel caricare dati personali, referti o altra documentazione sanitaria, in modo intuitivo e guidato.

L’accesso al sistema è infatti consentito a più figure e ognuna ha a disposizione funzionalità diverse in funzione del proprio profilo:

i genitori e i caregiver hanno un ruolo centrale all’interno del programma nella gestione del paziente e hanno accesso completo ai dati (inserimento, aggiornamento e cancellazione);

i familiari (parenti o amici) svolgono un ruolo di supporto e possono accedere ai dati senza però poterli modificare;

il personale medico e ospedaliero, una volta abilitato dal paziente/genitore/caregiver, può accedere ai dati, aggiornandoli, e validarli indicandone la significatività;

gli operatori socio-assistenziali, quali per esempio il personale scolastico, possono accedere alle informazioni presenti sul sistema e inserire annotazioni che saranno poi visibili anche a tutti coloro che concorrono alla gestione del paziente.

Il progetto è stato sviluppato capitalizzando il punto di vista delle Associazioni dei pazienti, le esperienze e competenze nella gestione di pazienti con alta complessità assistenziale dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù (paziente pediatrico) e dell’ASL di Rieti (popolazioni terremotate della provincia di Rieti).