Sonia

Mi chiamo Sonia e da qualche mese assisto mia madre: dopo un peggioramento della sua malattia è diventata non autosufficiente. Dedico a lei molto tempo e, anche se lo faccio con gratitudine e dedizione, a volte ho paura di sentire la stanchezza. Scoprire la parola caregiver mi ha sollevata: scoprire che ci sono tante altre persone come me, corsi di formazione e attività di sostegno per quello che faccio.

abilita mi aiuta ad aiutare. Tutte le sere scriviamo insieme una pagina de “La mia storia”, con gli stati d’animo e gli episodi della giornata: ci fa bene appuntare il vissuto e sapere che le persone care, che hanno accesso ai dati di mamma, potranno leggerle o aggiornarle.

abilita mi fa rimanere sempre in contatto con i miei alleati più preziosi: il Centro per i deficit cognitivi e le demenze, il Centro di Assistenza Domiciliare e la nostra associazione di riferimento. Volontari e operatori socio-assistenziali, abilitati da me, possono inserire dentro l’archivio le eventuali criticità riscontrate durante le visite settimanali, o gli appuntamenti fissi, rivolti a mia madre o a me, a cui siamo invitate a partecipare.

Uso abilita perché:

  • ho sempre disponibili i dati del paziente dispositivi fissi e mobili
  • Posso condividere i dati del paziente con medici, infermieri, operatori o strutture sanitarie di fiducia, realizzando una rete di assistenza personalizzata sulle sue esigenze
  • Aggiorno in modo semplice e ottimale il fascicolo del paziente, anche usando un diario personale
  • ho un canale per rimanere in contatto con i centri dedicati (come il CDCD – Centro per deficit cognitivi e demenze o il CAD – Centro di assistenza domiciliare) e l’associazione di riferimento
  • dispongo di informazioni sulla legge 104 e su altre agevolazioni pensate per i caregiver
  • sono affiancata dalla guida in linea LISA, per promemoria e appuntamenti
  • posso contare su servizi specifici per la gestione dell’emergenza.

IL CAREGIVER è una persona di massima fiducia del paziente: può essere moglie/marito, compagna/compagno, figlia/o, amica/o o anche un/una badante. A questa persona, indipendentemente dal rapporto di parentela, il paziente vuole dare permessi analoghi a quelli che lui stesso esercita sui suoi dati.

Registrati

Prima di registrarti assicurati di avere un documento d’identità in formato digitale da poter allegare.

Registrati